Sunday, 22 March 2015

lo stato italiano in 4 dimensioni

gli stati, intesi nel loro senso territoriale, sono delle entità fisiche, in 3 dimensioni, si sa.
infatti cosa c'è di più tridimensionale che una parte del mondo che ci circonda? la tridimensionalità per antonomasia!
d'altra parte c'è da dire che un territorio, su scala geografica, si approssima talmente al concetto di superficie che può essere schematizzato in una rappresentazione 2D e cioè una mappa, una cartina.
il nostro mondo è a tre dimensioni solo a scala umana, mentre a scala geografica i nostri spostamenti sono spostamenti su superfici bidimensionali, solo occasionalmente ci solleviamo da terra (di pochissimo su scala geografica) volando su un aeroplano.
non a caso le coordinate geografiche sono solo due e non tre.
l'altezza si dà per scontato che sia zero. ovvero dove metti i piedi: sulla superficie terrestre.
(il fatto che il pianeta sia una sfera e non un piano, non c'entra adesso con questo discorso).

detto questo... che ne ricaviamo?
che uno stato qualsiasi, per esempio l'Italia, pur essendo senza dubbio una realtà tridimensionale, è rappresentabile bidimensionalmente, essendo il suo spessore fisico, infinitesimale rispetto alla sua estensione di superficie.
ma dunque... se abbiamo uno stato "tridimensionale" su due dimensioni, possiamo aggiungerne un'altra, la quarta, al posto dell'altezza, praticamente invisibile del nostro stato!
e dunque ecco!
se mettiamo in altezza il tempo e cioè gli anni in cui lo stato italiano è esistito, otteniamo un'Italia quadridimensionale, in un certo senso.

lo stato Italiano esiste da poco, il processo di unificazione d'Italia inizia attorno al 1860.
se immaginiamo che un anno corrisponda a un centimetro di un ipotetico oggetto tridimensionale, le modificazioni territoriali dello stato darebbero una forma curiosa a questa struttura.


ho provato a realizzare virtualmente un esempio di questa idea, usando come base lo stato italiano, visto che non ha avuto poi così tante variazioni territoriali ...altrimenti sarei diventato pazzo cercando di seguire tutte le modificazioni storiche dei confini di uno stato più antico...
ecco dunque un piccolo esempio di una scultura virtuale che rappresenta un'Italia quadridimensionale che va dal 1830 (ancora Regno di Sardegna) fino ai giorni nostri (2015)





questo oggetto mostra tutte le evoluzioni dei confini dello stato italiano con le sue annessioni e le sue perdite territoriali.
non sarebbe male come monumento o come oggettino da tenere in mano, magari con rappresentati i pezzi di cartine geografiche relative sulle aree piane delle superfici orizzontali.

(per fortuna non sono né nazionalista, né retorico, quindi il fatto che non esista questo "monumento all'Italia" non può che rendermi contento!)




ad ogni modo questa rappresentazione "in 4 dimensioni" dell'Italia dà un'idea intuitiva di quanto i territori sono stati parte dello stato italiano.
segnando poi in linea di taglio gli avvenimenti o gli anni che l'estensione in altezza rappresenta, questo oggetto potrebbe essere una sorta di libro di storia in 3 dimensioni!!




e comunque immaginate se ogni stato avesse questo tipo di rappresentazione in 4 dimensioni! è evidente che tutti questi oggetti si incastrerebbero l'uno con l'altro. i colori darebbero l'indicazione di quale è uno e quale è l'altro stato.
siccome il bordo esterno dell'oggetto globale sarebbe sempre lo stesso e cioè la superficie delle terre emerse estrusa, con un materiale semitrasparente si potrebbe rendere intuibile cosa accade dentro ai bordi di questi solidi e cioè lontano dalle coste continentali.
una mappa quadridimensionale di questo tipo sarebbe sicuramente un oggetto quanto meno strabiliante e variopinto dal curioso valore simbolico e concettuale.
ovviamente io non riuscirò mai a realizzarlo, ma forse qualcun'altro un giorno... chissà.

No comments:

Post a Comment