Monday, 14 July 2014

bandiere!

analisi grafica delle bandiere! ovvero: come buttare il tempo!
ma niente paura, tutto ciò è espressamente per chi si interessa di queste inezie e ama perdere così il tempo. ed è proprio così che si possono scoprire un sacco di cose interessanti!
vediamo in Europa!
ci sono circa 5 famiglie di bandiere in Europa:
1- la bandiera nordica  (azzurro) dei paesi scandinavi - una croce il cui centro è leggermente spostato a sinistra.
2- la bandiera "neolatina" (giallo) o forse sarebbe meglio dire della rivoluzione francese? fatto sta che (con l'eccezione dei paesi iberici: la Spagna forse a causa del suo passato come potenza asburgica unita all'Austria, mentre il Portogallo chissà!) la bandiera tricolore a bande verticali è una prerogativa neolatina in Europa! Ops, anche l'Irlanda ha voluto entrare nel club! sicuramente lo ha fatto solo per dar fastidio al Regno Unito che l'aveva colonizzata troppo a lungo e che si è sempre sentito in competizione con la Francia!


3- bandiera "mittel-europea" tricolore a bande orizzontali (verde) anche se in realtà non è così semplice la definizione, nella pratica però è un po' così! questo perché rappresenta le principali nazioni mittel-europee e altre nazioni orientali (paesi baltici e Russia) che hanno per molti secoli voluto imitare lo stile dell'Europa centrale. in effetti poi la Russia, come modello delle nazioni slave, può aver rilanciato il modello di bandiera tra i suoi stati satellite.
4- bandiera orientale (marrone) due bande orizzontali, si può considerare la bandiera dei paesi dell'est che non vogliano essere sfera d'influenza della cultura mittel-europea-germanica.
5- bandiera "ottomana" (blu) definizione azzardatissima! corrisponde a un fondo monocolore con un simbolo al centro. sarà un caso, ma tutte le nazioni dell'area che l'hanno scelta erano ex colonie dell'impero ottomano. forse un caso. forse no.

in effetti la scelta di un disegno di una bandiera è già di per sé una dichiarazione di intenzioni: che sia simile o opposta al vessillo di un vicino, rappresenta l'ideale, il riferimento, l'idea di stato a cui si pensa nel momento di preferire un disegno o un altro.
abbracciare lo stesso disegno e cambiarne solo i colori, come fanno i paesi scandinavi, manifesta un ovvio senso di appartenenza a una comunità più ampia. se ad esempio i Lapponi arrivassero un giorno all'indipendenza e volessero sottolineare la distanza dai paesi che attualmente si spartiscono il loro territorio, sarebbe ovvio preferire una bandiera che sia diversa a quella dei paesi scandinavi allo scopo di smarcarsi simbolicamente dalla loro area d'influenza.

nel mondo la cosa risulta un po' più complessa, ma sarebbe interessante stabilire connessioni tra le bandiere. una specie di albero genealogico del simbolo-bandiera. ci sono molte connessioni dirette ad esempio la Liberia, fondata da coloni afroamericani provenienti dagli stati uniti è chiaramente una versione leggermente modificata della bandiera degli USA.

Ecco una mappa delle principali famiglie di bandiere nel mondo per chi voglia perdere del tempo a trovare le stravaganti connessioni nel passato storico, coloniale e politico del mondo.


è d'altro canto ovvio che non solo le forme e la geometria servono come riferimento politico-simbolico, ma anche i colori: i paesi dell'area bolivariana hanno bandiere simili e con la stessa sequenza di colori: giallo-blu-rosso.
l'Africa occidentale è un tripudio di forme diverse dove regna il tricolore giallo-verde-rosso.
i paesi slavi hanno praticamente tutti una sequenza di blu-rosso-bianco, così come i paesi di origine anglosassone anche se in composizioni assolutamente diverse.
nella zona del medio-oriente domina il nero-bianco-rosso a volte associato o sostituito alternativamente dal verde, mentre zone anticamente colonizzate dagli spagnoli come Argentina, Nicaragua e El Salvador hanno praticamente la stessa bandiera azzurra e bianca che assomiglia incredibilmente a quella della Spagna ma con tonalità fredde invece che calde.

insomma... ce n'è da divertirsi con queste analisi inutili!
forse un giorno farò un albero genealogico delle bandiere...
o forse no.
ciao

1 comment: