Friday, 21 August 2015

scala di potenza

ci sono molte cose che hanno potere sull'uomo.
alcune hanno un'influenza più forte che le altre.
ecco una scala di potenza delle cose, dal meno potente al più potente

-Azioni
la forma più bassa e meno potente di forzare e influire sull'uomo. l'azione ti può ferire o obbligare a fare qualcosa (può anche ammazzarti), ma può essere anche non voluta e comunque tu puoi sempre rifiutare di accettarla, scegliere di non interiorizzarla.
-Parole
le parole hanno più forza delle azioni. di parole vive chi domina, di azioni chi è dominato. le parole hanno magia, entrano nel cervello, rimbombano, sono mutevoli, rivisitabili, interpretabili. le parole sono spesso più volontarie delle azioni perché richiedono un passo di elaborazione mentale in più. possono scaturire senza volere, ma in generale sono più volontarie e generano reti invisibili, aprono la strada a forze più profonde, occulte e forti.
-Gesti
i gesti sono un tipo di linguaggio che va oltre alla parola. sono parole non dette, non percepite in modo cosciente, ma che riescono a comunicare in modo diretto e non schermato. i gesti e l'atteggiamento spesso contano più delle parole e se queste due cose entrano in contraddizione è il linguaggio dei gesti quello che ha più potere.
-Pensieri
il pensiero è un linguaggio interiorizzato. non ha più bisogno dell'azione fisica, visiva o auditiva: il pensiero è dentro dell'uomo e non è più eradicabile. il pensiero è al di sopra di quello che si dice perché se uno ha chiaro un pensiero, allora qualsiasi cosa detta non conta più nulla: o sarà conferma del pensiero oppure non sarà vera.
-Cose
le cose hanno una grande influenza sull'uomo. le cose catalizzano desideri e pensieri, assorbono significati e creano dipendenza. il pensiero spesso può rifiutare una cosa, ma a volte la cosa è più forte e può arrivare a corrompere in profondità l'uomo.
-Idee
le idee sono strutture di pensiero che vanno oltre all'oggettività del mondo reale. l'idea non ha bisogno di nessuna prova né di nessuna confutazione. l'idea ha radici profonde nell'animo dell'uomo e per le idee molti uomini sono disposti a morire. nessuna cosa, gesto, pensiero, parola o azione può confutare una idea. l'idea è al di sopra. l'idea di noi stessi spesso non coincide con noi stessi, ma ogni dimostrazione di errore non è sufficiente per riuscire a smuoverla.
-Simboli
i simboli sono grandi contenitori di idee. sono figure, oggetti o concetti di cui non è necessario esprimerne il contenuto. il simbolo è recettivo alle idee e ognuno vi associa la quantità di idee che ritiene più appropriato. è per questo che un simbolo è potentissimo, perché è inconfutabile: una bandiera può voler dire qualsiasi cosa, ma chi è fascista vi assocerà l'onore della patria e della famiglia, mentre un socialista vi assocerà il concetto di popolo unito. non vi è definizione, il simbolo raccoglie collettivamente idee astratte inespresse, potenzialmente inconciliabili, ma proprio perché non definite, perfettamente associabili.
per i simboli si sono fatte guerre, atrocità, sacrifici, e quanto di più sublime e atroce esiste nella storia e nel fondo dell'animo umano.

attenzione ai simboli, quindi!

------------------------------------------------------------

(senza pretese di essere certo di ciò che ho scritto)


No comments:

Post a Comment