Thursday, 22 April 2010

ARTE ED ESTRO-ARTE

ogni volta che vado a una mostra di arte mi ronza per la testa un concetto, o meglio, una definizione.
sono del parere che le installazioni artistiche provocatorie e tutte le opere di arte concettuale dovrebbero avere un nome diverso dall'Arte in sè.
non si tratta di uno svilimento del concetto, ma semplicemente una considerazione del fatto che una opera creata per creare un certo tipo di riflessione o di impatto emotivo sul pubblico è, concettualmente, molto diversa da un tipo di espressione che scaturisce da una esigenza di esprimere in qualche modo una inquietudine o di rendere reale una creatività geniale.

c'è un'Arte in cui l'artista ha bisogno di creare indipendentemente da chi possa un giorno apprezzare o vedere le proprie opere
e c'è un'Arte il cui obbiettivo è un messaggio e un contatto con un pubblico.

si tratta di un'Arte che è una questione individuale oppure un'arte che ha un senso collettivo.

io le definirei Arte (tout court) e Estro-Arte (perché nasce rivolta a un esterno, a un pubblico)

le due cose possono coincidere, non c'è dubbio.
starò dicendo solo una gran banalità????


No comments:

Post a Comment