Friday, 3 January 2014

distribuzione medica capillare

lavorando per i ministeri della sanitá dell'Angola, della Sierra Leone e del Mozambico è facile rendersi conto come sia difficile fare arrivare i medicinali nei luoghi piu reconditi e inaccessibili. È però altrettanto evidente notare invece come negli stessi luoghi sia sempre presente una lattina (calda) di birra o cocacola.
Non sarebbe dunque possibile utilizzare l'efficientissima distribuzione capillare della cocacola, o simili, per far giungere beni più utili, come ad esempio i medicinali?
Semplicemente si considera che ogni cassa di cocacola debba avere uno spazio "governativo" (una specie di tassa spaziale in forma di volume vuoto) in cui i governi possono stoccare medicinali. La cassa di cocacola poi raggiunge tutti i luoghi possibili immaginabili e con essa i medicinali.


1 comment:

  1. questo post vuole essere un po' provocativo. si capisce infatti che nella pratica questo tipo di distribuzione sarebbe un lancio di medicine a caso e ne risulterebbe un mercato nero assurdo di medicinali. certo che peró sta cocacola è proprio ovunque... se solo cose piu utili riuscissero ad arrivare dove arriva lei...

    ReplyDelete