Monday, 8 February 2016

lettera dissidente

...da un'antica lettera degli inizi del 2008, prima di andarmene da Barcellona.
una interessante prospettiva sulla nostra società ne scaturì.
riporto il capoverso:

Barcellona ormai mi porta al delirio segreto e sottile.
Voglio scappare.
Nn reggo a tutti sti stimoli
Divento nevrastenico.
La nostra felicitá, ci hanno insegnato, si raggiunge non essendo mai felici...
La nostra libertá, ci hanno istruito, é di scappare sempre da tutto ció che é nostro...
La nostra legge, ci hanno detto, é di rompere tutte le leggi...

Siamo dei soldatini dell’infelicitá costrutiti a modello del nostro tempo e della nostra societá.
E con la sfiga di non poter rompere con il modello che ci impongono, perché il modello che ci propongono é di rompere con il modello.
E quindi che tu rompa o no, sei sempre dentro al modello e non se ne viene piu fuori.
E tutto perde coordinate e non sai piu dove sei e chi sei perché qualsiasi movimento fai sei dentro alla stessa melma.

Basta essere cavie di sto massacro cerebrale!
Bisogna uscirne vecchio!
Uscire dal laberinto psichico molochiano dove siamo immersi.
Ma per uscirne bisogna scappare da tutti sti messaggi subliminali.

No comments:

Post a Comment