Tuesday, 11 January 2011

FUMETTO RIVOLUZIONARIO

estratto da una vecchia mail:

sto comix sarebbe una specie di misto di fizione e realtà, ma non solo in termini generali, bensì una specie di storia "possibile" o pseudo-probabile all'interno di un contesto di Attualità.
le notizie reali sarebbero inserite all'interno del plot dell'avventura in modo da far parte stessa del contesto fittizio. sarebbe come una specie di realtà parallela che svelasse la parte occulta della realtà italiana. i personaggi sarebbero i verissimi politici-economi-massoni-ecclesiastici-mafiosi-militari italici (e sullo sfondo anche europo-americano-internazionali)

(non buttarla subito sul fattibile, pensa intanto allo strumento, se potesse essere diffuso, senza tutte le difficoltà reali nel farlo)

insomma, con la scusa del fittizio e della storia surreale, in realtà si tratterebbe di svelare quelle dinamiche reali di complotti massonici, di corruzioni trasversali, di manipolazioni di massa, di finte opposizioni politiche, di interessi politico-mafiosi, di crimini di stato, di politiche della tensione e omicidi politici, di insabbiamenti e di guerre economiche, di infiltrazioni mafiose o di interferenze americane della CIA, di ingerenze ecclesiastiche e di economia sommersa, di complotti internazionali e di ipocrisie moderne in genere.

in italia c'è di che attingere a piene mani
c'è solo l'imbarazzo della scelta
non serve praticamente neanche inventare, è solo pescare qualcosa e metterla in ordine.

tutti sti personaggi sullo sfondo (i Vip del mondo reale) sono insieme buoni e cattivi. buoni a parole e nella superficie, corrotti e manipolatori quando si spengono i riflettori e tutti in combutta, ma anche in conflitto, un fragile equilibrio di ricatti e alleanze.
insomma, la realtà.
però lasciando anche il lato ambiguo della facciata populista, interpretabile come onesto a tratti, a parole, poi invece smentito dai fatti.

tutti così!
e magari così nella storia del fumetto da un fatto di mafia, scavando, ne escono i mandanti politici che poi sono gestiti da lobbies economiche, che però, si scopre, sono soggette a gerarchie massoniche, piu tardi riallacciate a strategie americane, in seguito connesse a interessi in medioriente, inaspettatamente unite a interessi ecclesiastici e così via.

----------------------

la cosa interessante in questo formato è che le cose che accadono nel comix fanno riferimento a cose reali e che accadono nell'attualità.
sulla fine del librettino apparirebbe una bibliografia sulle notizie vere. fatti accaduti. approfondimenti consigliati.

questa nazione inerte e manipolata da sistemi stupidi di controllo e da idioti reality shows, potrebbe (in minima parte, si intende) redimersi e scandalizzarsi con uno strumento di fanta-informazione di massa e fanta-propagandistico.
una realtà ipotetica che è il contrappeso della realtà rassicurante che viene presentata dai media e dai giornali e che si basa sugli stessi fatti. uno strumento tutt'altro che serio, che superi il filtro dell'inerzia verso l'impegno politico attraverso un linguaggio "animato" da ragazzini, ma che lasci una idea inquietante e facile da approfondire.

non male, no?
luca, che è più vicino ai gusti commerciali (o che li interpreta in modo piu diretto e intelligente) pensava di antrare in questo fanta-mondo parallelo con un personaggio dei servizi segreti o un paio di giornalisti coraggiosi.

a mio parere invece in una storia così a tinte fosche e ambigua il personaggio che entra a far parte dei segreti di questo mondo potrebbe essere un'importante scagnozzo della mafia, protetto e introdotto negli ambienti importanti. un occhio ambigo, tra il male e il bene, come tutti, presente in tutta la parte sporca dell'italia in virtù della sua malaviticità.

o addirittura, ancora meglio, una task force di giovini e svegli paparazzi dello scoop che vengono ingaggiati, giovincelli e precari con promesse di celebrità, da una rivista qualsiasi e che si infiltrano negli ambienti piu marci credendo che si tratti di un film, e scoprono nei vari ambienti (mafia, stato, economia, chiesa, polizia...) segreti scomodi.
uno a uno li ammazzano.
fino all'ultimo.
non ci deve essere redenzione, la gente deve rimanere con l'amaro in bocca. nessun positivismo. qua o si rischia il culo o si finisce schiacciati.
anzi, ancora meglio, gli ultimi due della task-force paparazza, di fronte allo sterminio degli amici, dopo aver indagato un poco e dopo aver ricevuto varie minacce, mollano e lasciano perdere.
metafora dell'italiano.

nei pochi numeri che sviluppano la storia a puntate del comix, la sconfitta di ogni ideale e gli effetti delle varie corruzioni e degradazioni del sistema devono portare inesorabilmente (nel breve tempo della storia del comix) all'effetto sociale-politico dell'Italia che sarà in 10 anni. un neo fascismo tecnologico senza ritorno. la gente deve vedersi rappresentato l'incubo di ciò che sarà.

1 comment: