Wednesday, 19 March 2014

non politically incorrect

il non politicamente incorretto è un linguaggio che vuole rendere fastidiosa la prassi di utilizzare perifrasi stupide di parole che ci sembrano belle per descrivere cose che sotto sotto ci sembrano brutte.
le cose non sono brutte, ma se ci si inventa giri di parole per nasconderle significa che qualcosa di strano c'è no? il politically correct continua a usare l'inutile prassi di colpevolizzare le parole censurandole per far finta che le cose, siccome non son dette del tutto, ci sembrino normali ma soprattutto che non ci sembrino assolutamente brutteeeeee!
CHIARO?!?!?!??!??!??!

la parte a mio avviso avvilente del politically correct è che per descrivere qualcosa deve usare la negazione di qualcos'altro come se questo fosse più simpatico. esempio: un cieco è un non-vedente.
non ci trovo nulla di male nella parola cieco, ma non-vedente secondo qualcuno offende meno. evidentemente chi lo pensa usa la parola cieco in modo offensivo, altrimenti non se ne spiegherebbe la questione.
se a qualcuno però sembra che questo modo di fare sia più rispettoso, adotti dunque anche l'illogico nuovo sistema che gli propongo: il linguaggio non politically incorrect!
questo linguaggio infatti non descrive il diverso partendo dalla negazione di una teorica base normale (come fa il politicamente corretto), bensì esprime la normalità negando l'assurda definizione politicamente corretta del diverso. un doppio salto carpiato nel vuoto! cambia cioè il punto centrale della questione, rendendola ridicola e privando di una vera parola che definisce non solo i "diversi", ma anche i "normali".
negazione più negazione fa un'affermazione.
o piuttosto un vuoto in certi casi...

quindi questo post è per tutti quelli che credono davvero che essere descritti dal contrario di un termine sia più rispettoso che usare la parola stessa: se davvero così credete allora vi sembreranno due volte più rispettose anche queste definizioni non politically incorrect per esprimere la condizione "normale" delle cose!
eccovi alcuni esempi:

- un non invalido = il contrario di un invalido.
- una persona non diversamente abile = quindi un ugualmente abile?
- una persona diversamente disabile = variante della definizione precedente.
- un indisabile = il contrario di un disabile.
- un signore non non vedente = due negazioni fanno una affermazione. oppure, ancora meglio:
- un uomo diversamente non vedente = giusto per ricordare un po' come stanno le cose...
- un non cieco = variante della definizione precedente.
- un uomo di non colore = o scolorito?
- un deminorato = privo delle caratteristiche del minorato

e via di questo passo.

----------------------------------------------

Suggerimenti geniali di Luca Pietrobon alla lista delle descrizioni dei concetti del non politically incorrect:

- Anche un uomo non diversamente brutto = un uomo brutto. Ma quindi anche un uomo ugualmente brutto!
- Tipo: "ma gino è un non vedente?" "no e unvedente!"
- "ma giorgio è un diversamente abile?" "ma no, è un ugualmente non disabile!"

No comments:

Post a Comment