Saturday, 20 June 2015

progetto di cartografia attuale

uno dei prossimi deliranti progetti geografici che ho in cassetto è un'opera colossale che richiederà tempo e sforzo e il cui risultato non sarà di certo adeguato alla fatica che sarà necessaria per crearlo, ma che a livello concettuale è, secondo me, più che meritevole. si tratta di una mappa del mondo amanuense oggettiva e reale il più dettagliata possibile di tutti i luoghi e posti del pianeta che realmente conosco a memoria.
potrebbe sembrare una scemenza, ma in realtà è molto interessante, secondo me.
sarebbe anche interessante mettere a confronto varie mappe di questo tipo realizzate da persone diverse.
non so se mi spiego, realizzare una mappa di questo tipo è una sfida incredibile: per farla non dovrò aiutarmi guardando nessuna cartina, ma oltretutto non si tratta solo di disegnare le coste dei paesi e alcune città, alcuni fiumi, alcuni nomi di certe regioni; bisognerà inserire tutte le località conosciute, con la grafia che mi sembra essere quella corretta, ogni posto ubicato necessariamente dove mi sembra più probabile che debba stare.
in un paio di aree (tipo l'area Treviso-Venezia e l'aera di Barcellona) dovrò necessariamente omettere micro paesini infinitesimi di pochissime migliaia di abitanti, ma fuori dall'interland dei luoghi da me abitati per più di un'anno di fila le cose non saranno poi così semplici: ricordare i luoghi, l'ubicazione relativa, la grafia... anche solo ricordarli non sarà semplice.
certe parti saranno fitte di nomi e informazioni, ma altre invece saranno davvero difficili da riempire, per esempio, quanti nomi riuscireste a mettere in Cina o in Australia, a parte qualche città sporadica, un paio di regioni... un fiume...
la mappa generale però dovrebbe cercare di essere proporzionata e, magari, in aree dove non c'è informazione oggettiva da dare, si potrebbero inserire i commenti (come si faceva un tempo nelle antiche mappe) del tipo "hic sunt leones" o qualsiasi informazione geografica o etnografica di rilevanza.
tutto però rigorosamente senza aiuto di libri, atlanti, google, mappe, cartine, etc... solo e unicamente a memoria! secondo ciò che uno si ricorda. solo e soltanto le informazioni ritenute nel cervello.
una cartina del mondo reale che conosco. le vere informazioni che so riguardo alla geografia del nostro pianeta.

una persona come me, appassionata di geografia, potrebbe pensare di sapere un sacco di informazioni, perché guardando un atlante o una mappa in internet riconosco un sacco di nomi e posti, ma una cosa è leggerli e vederli e una cosa è saperli rievocare, scrivere e ubicare davvero.
questa cartina oggettiva della moderna geografia del pianeta secondo le mie conoscenze personali potrebbe essere davvero interessante!
sarebbe la vera visione del mondo che ho.
sarebbe molto interessante per visualizzare quanto poco conosco in realtà del pianeta o delle genti che vivono nelle varie regioni e quanto invece il resto del pianeta sia tutto un sentito dire o un vedere passivo senza in realtà afferrare i veri contorni delle cose.

questa opera, oltre ad essere interessante da un punto di vista personale, potrebbe rappresentare l'ultima grande mappa amanuense dai tempi degli esploratori: e sostanzialmente renderebbe manifesto l'incredibile lavoro dei cartografi antichi! gente che doveva ricompilare e riorganizzare tutta una serie di informazioni diverse relative a aree del mondo ancora sconosciute o poco chiare, senza poter basarsi su materiale precedentemente creato (come una mappa del mondo di un atlante geografico universale oppure una cartina cercata su google!!).
il lavoro di mappare il mondo era un lavoro colossale di raccolta di informazioni e di riorganizzazione coerente di nomi, descrizioni, miti e probabilità poco chiare.

sarebbe interessante rivivere questo tipo di esperienza e di difficoltà: ridisegnare il mondo raccogliendo tutte le moderne informazioni a disposizione... nella mia testa!
(o in quella di qualcun altro, anche)

in un'epoca di eccesso di oggettività e di surplus di informazione, il fascino dell'interpretazione personale e del misterioso spazio potenzialmente favoloso lasciato dalla mancanza di dati è una cosa fantastica!
che vale la pena di mettere in pratica.

No comments:

Post a Comment