Friday, 24 July 2015

yum-yum-home

se state viaggiando e non sapete ancora dove andare a dormire, ma non volete andare in un hotel (troppo caro!) avete presente la soluzione di airbnb?
è una alternativa: si tratta di gente che ti ospita a casa propria affittandoti una stanza o tutto l'appartamento attraverso una pagina web o una app.

se invece volete spostarvi in auto? beh, se non volete andare in autobus per lunghe distanze potete usare il portale di blablacar dove qualcuno mette a disposizione i propri posti auto vuoti a cambio di un contributo monetario.
oppure se si tratta di sostituire un taxi c'è l'applicazionewww.uber.com uber che è più o meno lo stesso concetto di base applicato ai trasporti urbani.

beh, quindi... come vedete questi sistemi funzionano alla grande, via internet, via app, superano i problemi legali delle tariffe, delle concessioni, dell'affidabilità, etc.

ebbene non avete notato che manca qualcosa ancora?
cosa sono le principali cose di cui uno si deve preoccupare quando va in un'altro posto?
- spostarsi
- dormire e....
- mangiare!
e cioè manca la rivoluzionaria applicazione yum-yum-home!!

yum-yum-home ha lo stesso concetto di fondo dei sistemi spiegati sopra:
casa di qualcuno invece di un hotel, l'auto di qualcuno invece di un taxi o di un bus... e finalmente anche la cucina di qualcuno invece di un ristorante!

immaginate di arrivare in una nuova città per visitarla un fine settimana. state viaggiando da soli o on coppia. non vi va proprio di spendere un sacco di soldi per stare in un ristorante chic in centro, dove tra l'altro cucinano soltanto piatti internazionali... ebbene, prendi il tuo telefonino e lanci l'applicazione yum-yum-home!

si apre subito una mappa con la tua ubicazione dove vedi chi, attorno a te, sta offrendo la possibilità di mangiare un piatto da lui a cambio di un prezzo minimo.
la mappa segnerà in modo chiaro il tipo di piatto offerto e il prezzo proposto, nonché la distanza a piedi dal luogo in cui ti trovi.
con un rapido clic potrai prenotare il tuo piatto per una o due persone, dipende (tre, quattro... etc. dipende da quanta gente viene invitata da chi sta cucinando).
ovviamente ogni persona che propone un piatto o menù avrà una valutazione di qualità culinaria e di affidabilità creata in base ai punteggi e i commenti di chi ha già assaporato i piatti del cuoco improvvisato!

pensateci bene:
1- i vantaggi per chi sta viaggiando e sceglie il piatto a casa di qualcuno sono ovvi: prezzi più modici rispetto ai ristoranti, scelta garantita in base ai commenti e ai punteggi, possibilità di filtrare tipologie di piatti (tipo "cucina mediterranea" oppure "piatto vegetariano", etc), ma soprattutto la possibilità di vivere una esperienza più interessante che andare semplicemente a mangiare in un generico ristorante: scegliendo la possibilità di entrare in casa di qualcuno, si entra davvero nella vita degli abitanti della città, si chiacchiera con delle persone locali, si fanno nuovi amici, ci si informa su qualche dritta o piccolo segreto nascosto della città non troppo turistico... insomma una bella esperienza e un bel ricordo di un luogo, con la possibilità di farsi degli amici e dei conoscenti locali.
(non è equivalente al ristorante, come attività, ma invece di un panino o una cosa al volo è molto più interessante!
2- i vantaggi per chi cucina: se un giorno ti va di cucinare di più e prendere qualche soldo, facendo due chiacchiere conoscendo qualcuno puoi farlo e poi se un altro giorno non ti va fai a meno.
tipo se una domenica di va di cucinare di più e ti va di avere ospiti, pubblichi la tua offerta in yum-yum-home e poi aspetti che qualcuno accetti la proposta. se qualcuno viene perfetto, hai raggiunto il tuo obiettivo, altrimenti ok, mangerai la sera quello che hai cucinato o inviterai qualche amico, che ne so. l'investimento monetario extra e i problemi di stoccaggio di cibi sono praticamente pari a zero!
inoltre puoi proporre varie possibilità: il piatto da solo, oppure un piatto+gelato+ caffè o ancora l'opzione bottiglia di vino... insomma, varie opzioni e quanto più elaborato, più guadagno per lo sforzo.
inoltre magari tanta gente che non ha lavoro o magari un sacco di vecchiette che cucinano da dio e si sentono sole, potrebbero mettersi nella rete di yum-yum-home con grande entusiasmo offrendo piatti succulenti a prezzi simbolici o interessanti, con grande simpatia e voglia di conoscere qualcuno.

una bella esperienza insomma.

i tipi di offerte sono virtualmente infiniti: dalla cena in terrazza a lume di candela serviti con professionalità a una pasta in casa di studenti, dal pacchetto pranzo-concerto a serie di panini o pizzette appena sfornate da mangiare a qualsiasi ora del giorno o della notte...
insomma, mille opzioni diverse!

yum-yum-home è na genialata!
vi prego, fatelo!
fatelo presto, dai, che ho fame! hehe

----------------

il guru dei social-media Bernardamus ha giustamente subito messo l'accento sul fatto che questa idea esiste già. si tratta delle pagine BonAppetour.
anche se in realtà il concetto è un po' diverso (BonAppetour organizza cene su richiesta con menu speciali richiesti dal cliente, mentre la mia idea sarebbe più easy: una casuale offerta e richiesta di piatti o menu nelle cucine della gente, un modo improvvisato, economico, facile e senza organizzazione precedente per assaporare qualche piatto in compagnia di qualcuno di nuovo) questa notizia mi rende piuttosto felice: ciò significa che l'idea che avevo appena partorito non era una fesseria, ma qualcosa di effettivamente valida, che funziona e che qualcuno ha sviluppato e lavorato. una bella conferma della sua realizzabilità insomma!
in generale l'esistenza è la migliore conferma della realizzabilità! hehhe

No comments:

Post a Comment