Saturday, 28 April 2018

storia sui viaggi nel tempo

In un futuro non troppo lontano il pianeta è ormai devastato dai cambi climatici e dalla fine delle risorse in generale. Ogni luogo della terra è stravolto dalle razzie selvagge di  multinazionali e nazioni in guerra che si scannano per alimentarsi delle ultime energie e delle ultime fonti di sostentamento della civiltà, ormai esausta e allo stremo.
Tutti gli ecosistemi sono al collasso e l'umanità cerca disperatamente vie d'uscita dall'imminente distruzione catastrofica del sistema e dalla fine di ogni fonte di sostentamento alimentare...

Le angoscianti ricerche di soluzioni danno un formidabile impulso al progresso della scienza che in breve arriva a concepire e a teorizzare i viaggi nel tempo come qualcosa di realizzabile dal punto di vista pratico. A partire da questo punto gli sforzi di ogni governo e di ogni corporazione è quello di sviluppare la tecnologia necessaria a viaggiare nel tempo per arrivare a periodi passati della storia del pianeta con lo scopo di estrarne risorse e fonti di alimentazione inesauribili per la popolazione.

Un governo ad un certo punto riesce nell'impresa e realizza il primo viaggio nel passato, dove entra in contatto con popolazioni antiche e sulla base della conoscenza del terriorio terrestre passato, riesce a raggiungere facilmente antiche aree minerarie, oltre a fonti di acqua e aria pulita e a prendere in breve tempo possesso di ampie aree coltivabili.
Come previsto il passato raggiunto dalla missione aveva generato, nel momento del contatto, un a linea parallela di evoluzione temporale di quell'universo, non apportando nessun problema alla dimensione del presente.

Tutti gli altri governi e lobbies di potere vogliono accaparrarsi una parte del business della macchina del tempo che trasporta dal passato infinite risorse, ricchezze e fonti di sussestamento per la popolazione del mondo e, siccome la macchina e i viaggi nel tempo sono davvero molto costosi per un solo governo, si organizzano grandi partnerships in cui tutti i potenti si accaparrano una fetta della torta. Le macchine del tempo si moltiplicano, i viaggi nel passato proliferano e l'entusiasmo dell'umanità è alle stelle: risorse senza limite! mai più rischio di collasso! i passati sono infiniti! è come aver scoperto un nuovo universo a portata di mano, tutto a disposizione! possibilità inesauribili per il futuro!

Le missioni a fini scientifici nei passati più lontani e remoti sono quasi del tutto messe da parte, quello che interessa è fissare ponti di sfruttamento e razzia dei passati più economicamente utili; alcune società private organizzano dei viaggi in un passato più recente per riscattare persone amate che sono decedute o per conoscere i propri antenati.

L'ebrezza folle e megalomane dell'umanità salvata dai viaggi del tempo generà un delirio di onnipotenza e una impunità totale sulle proprie azioni: chi ha perso l'amore della sua vita, paga un viaggio nel passato per ritrovarlo e sequestrarlo. Persone che vogliono vendicarsi ma nel mondo reale non ne hanno la possibilità organizzano viaggi per poterlo fare nei passati paralleli.

Le persone del passato non vengono considerate, inizialmente per una questione economica di sfruttamento che era necessaria per la salvezza del tempo presente, poi semplicemente per la mancanza di legislazione e di controllo trans-temporale di qualsiasi organo di difesa dei diritti sociali esistente: Le umanità degli infiniti passati possibili sono semplicemente dei duplicati di quella presente? sono una specie di immagine irreale ma tangibile, ottima da sfruttare? delle sorte di fantasmi del tempo che non hanno nessun peso sul nostro universo, per cui neanche nessun peso nella nostra coscienza?
L'assenza più totale di una legislazione a riguardo dei diritti delle umanità trans-temporali genera un'ondata senza precedenti di stupri, razzie, genocidi, schiavisimi di massa...
Tutto sembra giustificato dal momento che gli effetti sono lontani nel tempo e prodotti in universi paralleli separati e incomunicabili.
Nessun governo e nessuna organizzazione sembra importarsene.

I viaggi nel tempo però sono molto stabili quanto più vicini al presente: viaggi a quache anno fa possono avere una precisione di secondi, mentre viaggi a secoli antichi non hanno questa precisione e con sorpresa degli scienziati, si è da subito scoperto che un passato "perforato" da un viaggio nel tempo ha la tendenza di far "cadere nello stesso foro temporale" anche i prossimi viaggi, seppur organizzati in anni diversi, vicini al primo foro temporale.
Questa caratteristica in realtà era stata la salvezza di tutte le missioni di sfruttamento dei pianeti passati, visto che i viaggi di sfruttamento e di spolio delle civilità antiche potevano contare con missioni continue senza pericolo di "cadere in un passato" di qualche frazione di secondo prima o dopo alla prima missione, il che avrebbe generato universi temporali completamente diversi e incomunicabili.

L'euforia nel presente è infinita, come i beni rubati ai pianeti del passato, al prezzo dello sfruttamento o dello sterminio delle antiche umanità parallele.
Il fatto che strane malattie e batteri sconosciuti provenienti da ere antiche stiano generando delle nuove malattie sempre meno controllabili nel presente non sembra far rallentare le missioni di razzia dei mondi passati.

Ben presto però un fattore ben più strano comincia a manifestarsi: missioni che inizialmente cadevano in anni diversi, improvvisamente si fondono in uno "stesso passato": non risulta chiaro che fine fanno i coloni delle due missioni che improvvisamente si "fondono nella stessa dimensione"... molti "ponti temporali" stabiliti inzialmente vengono abortiti e abbandonati, con tutte le persone inviate a sfruttare quegli universi.

Gli scienziati studiano le vicende e scoprono che i viaggi nel passato stanno strappando la struttura degli spazio-tempi separati e il movimento continuo di materia e energia tra piani di universi inizialmente divisi sta provocando l'allargamento costante dei "fori spazio temporali" tra le varie dimensioni che iniziano a collidere e a mescolarsi.

Il business è troppo grande per essere fermato e tutti i governo e tutte le corporazioni, in assenza di una soluzione, continuano a viaggiare nel tempo e a sfruttare questa tecnologia, incurante degli effetti devastanti che stanno creando su tutta la struttura di tutti gli unversi.

Iniziano a succedere cose strane anche nel presente, sempre più contaminato da anomalie spazio temporali...

L'umanità non riesce a fermare il suo delirio di razzia e la sua sete di ricchezza...

La fine è immaginabile.


Questa storia fantascientifica è una trasposizione di fantasia del momento della scoperta delle Americhe e di tutte le ingiustizie e le nefandezze perpetrate sulle nazioni conquistate, con la scusa che le nuove umanità non cristiane non erano uomini davvero e che l'assenza di leggi e controllo unite alla sete di ricchezze ha generato secoli di sterminio sistematico e definitivo.
Altro tema del racconto l'incapacità dell'umanità di essere oggettiva sull'onda dell'entusiasmo e dell'esaltazione e la tendenza autodistruttiva che, anche di fronte all'evidenza della catastrofe, non si frena mai, perché spinta dall'interesse delirante di individui e strutture di potere che hanno una visione puramente economica e disumana.


No comments:

Post a Comment